ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rimpatri forzati verso l'Afghanistan

Lettura in corso:

Rimpatri forzati verso l'Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivati a Kabul i 27 afghani rimpatriati, perché senza permesso di soggiorno, da Gran Bretagna e Francia. L’aereo, con a bordo 24 persone, è partito da Londra, ha fatto scalo a Parigi dove ha caricato altre tre persone e poi è ripartito alla volta dell’Afghanistan.

All’esterno dell’aeroporto di Parigi si è svolta una manifestazione delle organizzazioni umanitarie che chiedono ai due governi di escludere dai rimpatri le persone provenienti da Paesi in guerra. “si vogliono far rientrare con la forza persone che non hanno altra alternativa che farsi mutilare o farsi arruolare dai Taleban” Ma il ministro per l’immigrazione francese risponde così: “il solo fatto che i Paesi d’origine siano in guerra non giustifica il permesso di soggiorno in alcuno dei Paesi sviluppati del mondo. Queste misure di rimpatrio riguardano soltanto persone originarie di città situate nei pressi di Kabul e che non provengono dalle regioni del sud del Paese in cui ci sono insurrezioni” L’accordo tra Parigi e Londra contro l’immigrazione irregolare risale a luglio. In Francia, intanto, più di diecimila persone, incluso il sindaco di Parigi, hanno già firmato una petizione contro i rimpatri forzati verso l’Afghanistan.