ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Onu lancia l'allarme sull'Afghanistan piattaforma mondiale della produzione di droga

Lettura in corso:

L'Onu lancia l'allarme sull'Afghanistan piattaforma mondiale della produzione di droga

Dimensioni di testo Aa Aa

Il narcotraffico rende i taleban piu ricchi di quando erano al potere, gli oppiacei fanno piu morti del conflitto in Afghanistan. Lo dice un rapporto dell’Onu, che rivela anche che il giro d’affari legato alla droga proveniente da questo paese ammonta a 65 miliardi di dollari, circa 43 miliardi e mezzo di euro.

L’Afghanistan produce il 92% circa dell’oppio mondiale. L’Europa è il mercato principale. Ma anche Russia e Iran assorbono quantitativi ingenti, la cui somma raggiunge il 30% della produzione totale. Oppio ed eroina uccidono ogni anno circa 100 mila persone e contribuiscono ancora oggi alla diffusione del virus HIV. Solo il 2% della droga prodotta in Afghanistan viene sequestrata prima di attraversare il confine. Soprattutto la frontiera con il Pakistan si è trasformata in un territorio franco dove oltre alla droga tansitano anche armi e denaro sporco e prospera il traffico di esseri umani. Le campagne lanciate per contrastare la monocoltura del papavero hanno perso vigore e a trarre vantaggio dalla coltivazione dell’oppio non sono solo i taleban ma anche molti signori locali che hanno approfittato della rifeudalizzazione del paese e della debolezza del governo centrale che in alcune sue componenti è comunque colluso con i trafficanti