ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Afghanistan verso il secondo turno delle presidenziali, si vota il 7 novembre

Lettura in corso:

L'Afghanistan verso il secondo turno delle presidenziali, si vota il 7 novembre

Dimensioni di testo Aa Aa

Un ballottaggio inevitabile, dopo l’inchiesta della commissione per i ricorsi elettorali. Ma per le strade di Kabul gli abitanti non si mostrano troppo entusiasti.

“Non credo che andro’ a votare – dice un giovane -, non ho avuto benefici dal precedente turno. Non sono cosi’ desideroso di votare ancora”. “In alcune zone del paese – afferma un altro elettore – ha già nevicato e l’insicurezza è cresciuta. Credo sia molto difficile fare il secondo turno in sole due settimane”. La commissione elettorale ha ridimensionato i consensi di Karzai al 49,7%, rendendo necessario il secondo turno e dando ragione allo sfidante Abdullah: “Mi aspettavo il ballottaggio – dice quest’ultimo – sulla base dei voti effettivi; questa era anche l’aspettativa del popolo afgano”. Soddisfatti gli Stati Uniti, in prima linea per sbloccare l’impasse delle urne: un’instabilità istituzionale deleteria per il paese, preda della guerriglia islamista. “Il presidente Karzai – dichiara Barak Obama – , come pure gli altri candidati, hanno dimostrato di avere a cuore gli interessi del popolo afgano; hanno mostrato cosi’ il loro impegno per il rispetto della legge e per il compimento della volontà degli afgani”. La Casa Bianca sta ripensando la strategia in Afghanistan, valutando l’invio di nuove truppe. L’annunciato ballottaggio, pur nell’imprevedibilità delle urne, ridà impulso all’intero scacchiere.