ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chiesti 18 mesi per De Villepin

Lettura in corso:

Chiesti 18 mesi per De Villepin

Dimensioni di testo Aa Aa

Diciotto mesi con la condizionale per Dominique de Villepin. È la pena che il procuratore Jean-Claude Marin ha richiesto per l’ex primo ministro francese, oltre a una multa di 45 mila euro, nell’ambito del caso Clearstream.

De Villepin non ci sta: “Quello che so è che non ha detto la realtà dei fatti, e non credo nemmeno che abbia detto la verità del diritto. Nicolas Sarkozy aveva promesso di appendermi a un gancio da macellaio, vedo che la promessa è stata mantenuta”, ha sibilato, velenoso, l’ex premier. Marin avrebbe potuto chiedere per l’imputato fino a 10 anni di ineleggibilità, ma non l’ha fatto. L’avvocato del presidente francese ha commentato: “In genere non commento le pene. Senza voler dire cattiverie, credo che Dominique de Villepin non sia mai stato eletto. La questione della sua ineleggibilità, quindi, non si pone”. Per Jean-Louis Gergorin, ex vicepresidente del gruppo Eads, il procuratore ha chiesto tre anni di carcere, di cui la metà con la condizionale, e per l’informatico Imad Lahoud due anni, di cui sei mesi con la condizionale. Lo scandalo riguarda l’inserimento del nome di Sarkozy in una lista di titolari di conti occulti presso la finanziaria lussemburghese Clearstream. Un’operazione che, secondo l’accusa, puntava a fermare la scalata di Sarkozy all’Eliseo.