ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: "nessuna alternativa al ballottaggio - si rivota il 7 novembre"

Lettura in corso:

Afghanistan: "nessuna alternativa al ballottaggio - si rivota il 7 novembre"

Dimensioni di testo Aa Aa

All’indomani dell’annuncio che l’Afghanistan andrà di nuovo alle urne, lo sfidante del presidente uscente Karzai, Abdullah Abdullah, conferma che il ballottaggio è l’unico scenario possibile, smentendo qualsiasi voce di un accordo politico col rivale.

“Ringrazio il presidente Karzai per aver accettato i risultati di ieri, questo ci permetterà di andare avanti. Ieri sera ho preso l’iniziativa di telefonargli dopo l’annuncio, gli ho parlato, e l’ho ringraziato.” Si voterà dunque il 7 novembre, dopo che un’inchiesta dell’Onu ha messo in luce i diffusi brogli e ridimensionato i consensi di Karzai al 49,7%, rendendo cosi’ necessario il ballottaggio. Data l’insicurezza di cui è vittima il Paese, l’organizzazione di una nuova tornata elettorale è problematica, senza contare che la già bassa affluenza al primo turno potrebbe scendere ulteriormente a novembre, quando parte dell’Afghanistan sarà già sotto la neve. Da piu’ parti dunque si sollevano interrogativi di carattere logistico e politico. “Un problema, dice un analista, è che la Commissione indipendente elettorale non ha la fiducia di Abdullah e dei suoi; non credo che per il ballottaggio si fideranno di avere gli stessi uomini della Commissione; quanto a Karzai e ai suoi, non si fidano della Commissione per i ricorsi elettorali. Questioni politiche, dunque, che non credo verranno risolte in quindici giorni.” Onde evitare le irregolarità che hanno segnato il primo turno, ad agosto, l’Onu intende sostituire oltre duecento scrutatori coinvolti nei brogli.