ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: lo spettro dei brogli al ballottaggio del 7/11

Lettura in corso:

Afghanistan: lo spettro dei brogli al ballottaggio del 7/11

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Afghanistan torna alle urne il 7 novembre prossimo per il ballottaggio fra il presidente Hamid Karzai, che ha ottenuto il 49,7%, e lo sfidante Abdullah Abdullah, col 30% delle preferenze.

Poco più di due settimane, dunque, un’enorme scommessa organizzativa, e un timore condiviso: quello dei brogli elettorali. “Abbiamo, ha detto il candidato Abdullah, un certo numero di suggerimenti e raccomandazioni, e di condizioni da garantire per evitare che si ripetano i broghi elettorali cosi’ sistematici all’ultimo scrutinio.” Ci sono poi problemi legati alla geografia del paese e al suo clima, con territori che tra due settimane saranno irraggiungibili perché isolati dalla neve. La macchina organizzativa è partita. “La preparazione per il ballottaggio è in piena attività, dice un portavoce dell’Onu. Tutto il necessario è arrivato nel Paese, e le schede sono state stampate.” La distribuzione del materiale inizierà giovedì. Mi seggi aperti stavolta saranno meno: 16mila invece dei 25mila del 20 agosto.