ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Violenze trafficanti nelle favelas di Rio, Lula stanzia fondi e forze militari

Lettura in corso:

Violenze trafficanti nelle favelas di Rio, Lula stanzia fondi e forze militari

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente Brasiliano Lula da Silva vuole combattere con denaro e polizia la piaga delle violenze scatenate dalle bande di trafficanti di droga che solo nel fine settimana scorso ha provocato la morte di 17 persone.

Parlando al Governatore dello stato di Rio de Janeiro che nel 2014 e nel 2016 dovrà ospitare nell’ordine Coppa del Mondo di calcio e Olimpiadi, Lula ha promesso quasi 60 milioni di dollari di fondi e l’uso della polizia federale. “Faremo tutti i sacrifici necessari per ripulire la vergogna che questa gente ha gettato sulla nostra immagine all’estero”, ha detto Lula. “Sono tanti gli aspetti positivi di questo Paese, cosi tante le persone oneste che lavorano e tuttavia questa gente riesce a controllare gruppi ristretti capaci di rovinare la nostra reputazione internazionale e fare vittime nel Paese”. Gli scontri tra centinaia di trafficanti di droga appartenenti a fazioni opposte sono culminate quando dalla collina delle scimmie, una delle favelas di Rio, dei trafficanti sono riusciti ad abbattere un elicottero della polizia uccidendo due agenti sul colpo e ferendone un terzo poi morto in ospedale. 14 i civili che hanno perso la vita, di questi 12 facevano parte delle bande di trafficanti uccisi dalla polizia o morti negli scontri.