ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Gran Bretagna nega ogni coinvolgimento nella strage dei pasdaran

Lettura in corso:

La Gran Bretagna nega ogni coinvolgimento nella strage dei pasdaran

Dimensioni di testo Aa Aa

Vengono celebrati come shahid, martiri della Rivoluzione, i 6 alti ufficiali dei Pasdaran uccisi ieri in un attentato suicida nel sud est dell’Iran. Le vittime dell’attacco sarebbero in tutto 42. Per le autorità iraniane l’azione terroristica sarebbe stata rivendicata da “Jundullah”, un gruppo ribelle composto da un migliaio di miliziani sunniti che ha già fatto parlare di se negli anni scorsi e che avrebbe l’appoggio di Stati Uniti e Gran Bretagna oltrechè del Pakistan, paese con il quale il regime di Teheran intrattiene buone relazioni.

Oggi il Foreign Office ha respinto con fermezza ogni addebito e lo stesso hanno fatto gli Stati Uniti. Il presidente pakistano Zardari dal canto suo ha telefonato al collega iraniano Mahmoud Ahmadinejad assicurandogli appoggio nella lotta al terrorismo. Il gruppo “Jundallah”, che vuol dire i soldati di Dio, aveva già colpito la provincia del Sistan Balucistan dove vive una forte minoranza sunnita. Il 28 maggio scorso 25 persone erano morte in un attacco contro una moschea sciita del capoluogo Zahedan.