ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ahmadinejad accusa il Pakistan per l'attentato ai Pasdaran

Lettura in corso:

Ahmadinejad accusa il Pakistan per l'attentato ai Pasdaran

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad accusa i servizi segreti del Pakistan di essere implicati nell’attentato di ieri.

Il bilancio delle vittime dell’attacco terroristico nel Sud-Est del Paese resta incerto: 31 secondo alcune fonti, 49 secondo altre. Ahmadinejad così avverte Islamabad: “Chiediamo al governo pakistano di non ostacolare l’arresto dei responsabili di questo attacco terroristico. Sappiamo che diversi agenti dei servizi pakistani hanno collaborato con gli organizzatori dell’attentato”. Attentato avvenuto a Pishin, al confine con il Pakistan nella provincia meridionale del Sistan-Baluchistan. Ha lasciato a terra 5 Pasdaran, i Guardiani della Rivoluzione islamica. E’ stato rivendicato dal gruppo sunnita Jundallah. “E un avvertimento ai Guardiani della Rivoluzione: non giustiziate Abdolhamid Rigi, fratello del leader di Jundallah” spiega un giornalista e analista politico vicino al campo riformista. “Una notevole dimostrazione di forza da parte del gruppo. Un attacco mai visto in Iran, in mezzo alla folla” aggiunge. La condanna a morte per Rigi, pronunciata in luglio, è stata finora rinviata. Già nel febbraio 2007 il gruppo indipendentista aveva ucciso 11 Pasdarad nella città di Zahedan.