ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

280 milioni di euro in arrivo per i produttori di latte dell'Ue

Lettura in corso:

280 milioni di euro in arrivo per i produttori di latte dell'Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Bruxelles cede di fronte ai produttori di latte sul piede di guerra. La Commissione europea ha accettato di sbloccare fondi per 280 milioni di euro supplementari per il settore lattiero-caseario nel 2010.

Riuniti a Lussemburgo, assediati per l’ennesima volta da allevatori furenti, i ministri dell’agricoltura dei Ventisette hanno votato la proposta del commissario Mariann Fischer-Boel, che ha però avvertito: “Gli Stati membri hanno finito di spennare la gallina dalle uova d’oro. Che nessuna delegazione ora venga a chiedere altri soldi. Questa è la mia unica preoccupazione, perché ci sono settori nel mondo dell’agricoltura che potrebbero trovarsi di fronte a delle difficoltà, ma non ci sono più soldi da mungere”. Gli agricoltori, che la settimana scorsa a Vienna avevano chiesto aiuti per 300 milioni nel 2010, non sono soddisfatti. Willem Smeenk dell’European Milk Board, interpreta così la misura: “È come cercare di asciugare il pavimento di una cucina con il rubinetto aperto, non serve a molto, meglio chiudere un po’ il rubinetto per ottenere risultati”. I produttori lattieri, affamati dal crollo dei prezzi, chiedono che il settore non sia lasciato alle sole leggi del mercato. Bruno Le Maire è il ministro francese dell’agricoltura: “La regolamentazione europea dei mercati agricoli è una necessità assoluta, non ci sarà più agricoltura in Europa se non saremo in grado di regolamentare correttamente su scala europea”. La lotta per gli allevatori non sembra finita, e la strada da fare è ancora lunga. La proposta di sbloccare i fondi dovrà essere adottata dai ministri europei delle finanze il 19 novembre.