ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, battaglia diplomatica contro il rapporto Goldstone sui crimini di guerra a Gaza

Lettura in corso:

Israele, battaglia diplomatica contro il rapporto Goldstone sui crimini di guerra a Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele torna a protestare contro il rapporto Goldstone, appena approvato dal Consiglio per i diritti umani dell’Onu, che accusa lo Stato ebraico, ma anche Hamas, di aver commesso crimini di guerra durante il conflitto a Gaza. Il premier Benyamin Netanyahu ha promesso che scatenerà una battaglia diplomatica per delegittimare il rapporto, che invita Gerusalemme a condurre indagini interne, altrimenti sarà interessato il consiglio di sicurezza.

La condanna del Consiglio Onu sui diritti umani nei confronti di Israele arriva a distanza di dieci mesi dall’operazione Piombo fuso, l’offensiva militare di terra condotta dalle forze israeliane nella Striscia di Gaza che si è conclusa con un bilancio di circa 1.400 morti. Ma se il caso scuote il governo di Gerusalemme, ci sono state ripercussioni anche sulla parte palestinese. La popolazione ha protestato contro il presidente dell’Autorità Mahmud Abbas, accusato di aver dato un assenso iniziale – poi revocato – al rinvio del voto sul rapporto.