ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania dell'est, vent'anni fa finiva l'era Honecker

Lettura in corso:

Germania dell'est, vent'anni fa finiva l'era Honecker

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 18 ottobre 1989, esattamente vent’anni fa, Erich Honecker si dimetteva da tutte le sue cariche. La Germania orientale si avvicinava alla fine di un’epoca, quella del socialismo reale e della divisione dalla Germania occidentale.

Dal 1971 Honecker era il capo supremo della repubblica democratica tedesca. Grazie al sostegno di Leonid Brežnev diventa Segretario Generale del Comitato Centrale, espressione del massimo potere della Ddr. Nel 1987 prende le distanze dai tentativi di riforma di Michail Gorbaciov e nel giugno 1989, a causa dei profondi cambiamenti in corso nel blocco sovietico, è costretto a lasciare. Per pochi giorni il suo posto è preso da Egon Krenz. Espulso a Mosca, poi processato da un tribunale federale tedesco, Honecker finirà i suoi giorni in esilio in Cile, dove muore nel 1994. Una manifestazione è considerata come il primo atto di rivolta contro il regime. Il 9 ottobre 70mila cittadini sfidano la polizia politica scendendo in piazza a Lipsia. Un mese dopo, il 9 novembre 1989, crolla il muro di Berlino.