ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ginevra vota rapporto Goldstone sui crimini di guerra di Israele e Hamas

Lettura in corso:

Ginevra vota rapporto Goldstone sui crimini di guerra di Israele e Hamas

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite decide oggi a Ginevra se adottare o meno il rapporto Goldstone.

Il documento preparato dal giudice sudafricano Richard Goldstone accusa l’esercito israeliano quanto i militanti palestinesi di aver commesso crimini di guerra e contro l’umanità durante il conflitto a Gaza, tra dicembre e gennaio scorsi. Per un’inchiesta imparziale, indipendente, rapida su tutte le violazioni dei diritti umani segnalate dal rapporto si è pronunciata l’Alto Commissario dell’Onu Navi Pillay. Il Premier spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero ha incontrato a Ramallah il Presidente dell’Anp Mahmoud Abbas per discutere del processo di pace in Medio Oriente. “Il rispetto dei diritti umani è fondamentale” ha detto Zapatero. “Ma lasciamo che se ne occupi la commissione evitando ripercussioni sul campo diplomatico”. Se Zapatero evoca un rischio potenziale, Israele avverte che, se le conclusioni del rapporto verranno adottate, le ripercussioni sul processo di pace saranno inevitabili. La ha spiegato il portavoce del ministro degli Esteri israeliano. Lo Stato ebraico, sotto accusa per l’operazione piombo fuso, denuncia un rapporto ingiusto, sbilanciato, unilaterale. In caso di adozione, Israele e l’Autorità Nazionale Palestinese dovranno condurre inchieste interne entro 6 mesi. Oltre i quali il caso passerebbe alla Corte Penale Internazionale.