ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia-Armenia: la diplomazia del calcio.

Lettura in corso:

Turchia-Armenia: la diplomazia del calcio.

Dimensioni di testo Aa Aa

Una stretta di mano tra Gul e Sarkossian, un sorriso e le congratulazioni alle rispettive nazionali: Turchia-Armenia è finita sul 2-0 ma la partita di calcio valeva molto di piu’ di un match per la qualificazione ai Mondiali.

L’incontro si è giocato infatti ad appena quattro giorni dallo storico accordo a Zurigo tra i due Paesi per il riavvio delle relazioni diplomatiche. In tribuna d’onore seduti fianco a fianco i due presidenti. I servizi di sicurezza hanno funzionato in maniera efficace. Tranne piccoli tafferugli all’esterno dello stadio Ataturk da parte di alcuni cittadini azeri contrari all’accordo siglato non si sono registrati incidenti di rilievo. “ Vogliamo e dobbiamo cercare di convivere in pace, tutti quanti, dice questo tifoso armeno, ci deve essere cooperazione anche economica tra i due paesi. Penso sia davvero importante ristabilire le relazioni diplomatiche”. La strada per la normalizzazione dei rapporti tra Turchia e Armenia resta tuttavia ancora lunga: da risolvere parecchie divergenze come le questioni legate al massacro degli armeni, o la situazione di Nagorno Karabach, enclave armena in territorio azero.