ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Opel rinviata la firma dell'intesa

Lettura in corso:

Opel rinviata la firma dell'intesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Tempi lunghi per la firma dell’accordo che prevede la cessione ddi Opel al consorziop russo canadese formato da Magna e da Sberbank. L’unica certezza per il momento è il luogo della firma: a Zurigo nello studio di un avvocato d’affari.

A frenare l’approvazione dell’intesa sono le trattative della nuova dirigenza Opel con i sindacati dei paesi interessati alla ristrutturazione degli stabilimenti. E’il caso dell’impianto spagnolo di Saragozza dove il piano di Magna prevedeva tagli per 1700 unità su quasi settemila, ma il governo Zapatero ha vincolato l’erogazione di aiuti in cambio dello stop ai licenziamenti. Altro stabilmento a rischio è quello di Anversa in Belgio,inevec dopo continuare a produrre auto quello britannico. Per l’impianto Vauxhall è stato infatti trovato un accordo tra azienda e sindacati. Magna e la banca russa hanno intenzione d’investire 500 milioni di euro per il rilancio di Opel obiettivo entrare sul mercato russo e in quello asiatico.