ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Times: "Gli italiani in Afghanistan pagavano i taleban per garantirsi la pace".

Lettura in corso:

Il Times: "Gli italiani in Afghanistan pagavano i taleban per garantirsi la pace".

Dimensioni di testo Aa Aa

Dietro l’imboscata che il 18 agosto 2008 costò la vita a dieci soldati francesi in Afghanistan, ci sarebbe la rottura di un patto tra i taleban e i servizi segreti italiani, i quali – prima di cedere il controllo del territorio ai francesi – avrebbero a lungo pagato i capi della zona di Sarobi per garantirsi la pacificazione dell’area.

Lo rivela il quotidiano britannico The Times, che parla di pagamenti per “decine di migliaia di dollari”; pagamenti venuti alla luce grazie ad intercettazioni telefoniche e che gli italiani avrebbero tenuto nascosti ai comandi degli altri contingenti. Sempre secondo il Times, qualche settimana prima dell’attacco ai francesi, dopo aver avuto le prove del passaggio di denaro in favore degli insorti afghani, l’ambasciatore statunitense a Roma aveva presentato una formale protesta diplomatica al governo Berlusconi. Un ufficiale della Nato a Kabul ha definito legittime, a certe condizioni, le tattiche nonviolente per far tacere le armi, ma ha bollato come una pazzia non informare di ciò gli alleati. Con una nota di Palazzo Chigi il governo italiano ha smentito di aver mai autorizzato il pagamento di somme a personaggi riconducibili ai taleban, e ha annunciato una querela nei confronti del giornale.