ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Salvi per miracolo i sei francesi a bordo dell'aereo precipitato in Corsica

Lettura in corso:

Salvi per miracolo i sei francesi a bordo dell'aereo precipitato in Corsica

Dimensioni di testo Aa Aa

Un grandissimo colpo di fortuna, o addirittura un miracolo. Quando raccontano l’accaduto usano queste immagini i sei francesi usciti incolumi dall’incidente aereo avvenuto ieri in Corsica.

Il velivolo, un Cessna 210, un’ora dopo il decollo ha registrato una avaria al motore, rendendo necessario un ammaraggio di fortuna. “Io seguivo la radio e continuavo a occuparmi della direzione”, spiega il pilota, “mentre un’amica che è hostess dava le istruzioni ai passeggeri, li aiutava a mettersi i giubbotti salvagente, insegando loro la posizione da assumere per attenuare l’impatto che comunque è stato violento. Poi siamo finiti sott’acqua, e grazie alle porte mezze aperte la pressione era equilibrata e cosi abbiamo potuto manovrare per raggiungere il pelo dell’acqua”. L’aereo, partito da un aeroporto vicino Propriano, e diretto a Cannes, sulla Costa Azzurra, si è inabissato in poco tempo, lasciando i sei francesi in balia delle acque. L’intervento immediato di una nave militare francese e di un aereo ricognitore ha permesso di localizzare i superstiti, che sono stati poi recuperati in nottata, dopo aver trascorso dalle cinque alle sette ore in mare, in quel momento freddo e agitato.