ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il sistema Egnos

Lettura in corso:

Il sistema Egnos

Dimensioni di testo Aa Aa

Il sistema europeo di navigazione per la copertura geostazionaria è ormai disponibile in accesso libero per il pubblico e le imprese. Quali sono le sue applicazioni?

Frutto di un’intesa tra l’Unione europea, l’Agenzia spaziale europea e Eurocontrol Egnos consente di correggere e migliorare le posizioni fornite dal sistema attuale di navigazione via satellite come ii, GPS americano, il tutto con maggiore precisione. Come dice il commissario europeo ai Trasporti. Egnos è composto di tre satellite geostazionari e di un sistema terrestre formato da una quarantina di stazioni e da quattro centri di controllo, il tutto intercollegato. Il sistema copre la maggior parte degli stati europei e potrà essere esteso ad altre regione come l’Africa del Nord. Tutti i GPS acquistati da un anno sono in principio dotati del sistema Egnos. Un sistema che consente di guidare gli automobilisti e che potrebbe servire per assistere i feriti negli incidenti stradali, a orientare i mal vedenti o ancora nel passaggio delle vetture ai pedaggi autostradali. Altro impiego nel settore dell’agricoltura con la possibilità di regolare con precisione i sistemi d’utilizzo dei pesticidi. Senza dimenticare che è allo studio un metodo per l’impiego nell’aviazione civile, specie per l’atterraggio degli apparecchi. Infine Egnos prepara il terreno all’arrivo di Galileo, il sistema cento per cento europeo, destinato a rendere l’Unione sempre piu’ indipendente rispetto al GPS americano. Se il calendario attuale è rispettato Galileo entrerà in funzione a partire dal 2012-2013 Per saperne di più sull’Europa un numero verde, un sito internet e un centro d’informazioni vicino a casa vostra