ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Petizioni e polemiche per dire no a Sarkozy JR a capo de La Defense

Lettura in corso:

Petizioni e polemiche per dire no a Sarkozy JR a capo de La Defense

Dimensioni di testo Aa Aa

Polemiche in Francia per la candidatura del 23enne Jean Sarkozy alla guida dell’istituto pubblico di pianificazione del La Defense, il quartiere d’affari parigino, considerato la “vetrina d’Europa”. A far discutere, oltre alla sua giovane età, anche gli illustri natali: capogruppo del consiglio regionale del dipartimento di Haut-de-Seine, ma non ancora laureato, Jean è il minore dei figli del presidente Nicolas Sarkozy: “Per questo posto c‘è bisogno di un giurista esperto e lui è appena al secondo anno di legge. Questo non è un elemento che gioca a suo favore …”

“La Defense è il luogo dei promotori e degli interessi finanziari con la P e con la I maiuscola. E’ legittimo porsi degli interrogativi” Nessuna polemica invece dall’Ump. Il partito del capo dello stato affida al suo portavoce la difesa del giovane Sarkozy: “Jean è da due anni sul campo. Il suo lavoro è riconosciuto da cittadini e politici. Non vedo come lo si possa processare in questa maniera indegna” Mentre una petizione online contro la sua candidatura ha sfondato il tetto delle 9.000 firme, Jean Sarkozy guarda già alle prossime settimane. Dopo il debutto in consiglio d’amministrazione il 23 ottobre, il 4 dicembre la prova del fuoco, con la riunione che potrebbe eleggerlo alla presidenza dell’istituto pubblico.