ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia-Armenia: gli scenari dopo l'accordoAnche se i protocolli di Zurigo saranno approvati dai parlamenti di Turchia e Armenia, tra i due Paesi resteranno delle tensioni: Ierevan infatti chiede che venga riconosciuto come genocidio quanto avvenne nel 1915. Un milione e mezzo gli armeni che furono uccisi o morirono di stenti, per essere passati dalla parte russa durante il conflitto con l'impero Ottomano.

Lettura in corso:

Turchia-Armenia: gli scenari dopo l'accordoAnche se i protocolli di Zurigo saranno approvati dai parlamenti di Turchia e Armenia, tra i due Paesi resteranno delle tensioni: Ierevan infatti chiede che venga riconosciuto come genocidio quanto avvenne nel 1915. Un milione e mezzo gli armeni che furono uccisi o morirono di stenti, per essere passati dalla parte russa durante il conflitto con l'impero Ottomano.

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel 1993, inoltre, la Turchia ruppe le relazioni diplomatiche e chiuse i propri confini con l’Armenia, in segno di solidarietà con l’Azerbaijan, impegnato proprio contro l’Armenia in una guerra con i separatisti dell’enclave del Nagorno-Karabakh. E la situazione in quella zona resta ancora molto tesa.

D’altra parte gli accordi svizzeri, con la riapertura delle frontiere tra i due Paesi, consentiranno ad Ankara un ulteriore avvicinamento all’Europa e favoriranno il rilancio dell’economia armena. La maggiore stabilità del Caucaso tutelerà inoltre il passaggio di gas e petrolio verso l’Europa.