ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oggi la firma degli accordi turco-armeni

Lettura in corso:

Oggi la firma degli accordi turco-armeni

Dimensioni di testo Aa Aa

L’imminente firma degli accordi di normalizzazione fra la Turchia e l’Armenia non raccoglie consensi unanimi a Erevan. Migliaia di persone sono scese in piazza per chiedere l presidente Serge Sarkissian di non rilanciare i rapporti con Ankara mentre oggi, a Zurigo in Svizzera, è prevista la firma del documento che stabilisce le modalità del ritorno al dialogo fra i due paesi. Dice Armen Rostomyan, deputato del partito d’opposizione Dashnaktsutiun:

“Siamo contrari a questi protocolli, questi cosiddetti protocolli che soddisfano solo le esigenze della Turchia”. Il riavvicinamento era stato preparato l’anno scorso da una partita di calcio fra le rispettive nazionali. All’incontro avevano assistito, seduti nella stessa tribuna, Sarkissian e il suo omologo turco Abdullah Gül. Il conflitto fra gli armeni e la Turchia risale alla Prima guerra mondiale. Nel 1915 l’Impero ottomano si batteva contro gli invasori russi nell’Anatolia orientale. Molti armeni passarono dalla parte dei russi. Da qui l’arresto e l’uccisione di centinaia di intellettuali armeni e le deportazioni di massa. Un milione e mezzo di armeni morirono di stenti o furono uccisi. L’Armenia moderna vuole che questi fatti siano qualificati come genocidio.