ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nobel per la Pace: le sfide di Obama

Lettura in corso:

Nobel per la Pace: le sfide di Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

“Il premio Nobel per la Pace 2009 è conferito al presidente Barack Obama. Il Comitato ha assegnato un’importanza speciale alla visione di Obama, ai suoi sforzi per un mondo senza armi nucleari. Solo raramente una persona ha catturato l’attenzione del mondo come ha fatto Obama, e dato al suo popolo la speranza di un futuro migliore”.

E’ anche con questa motivazione che a Oslo il Premio Nobel 2009 è stato assegnato a sorpresa al presidente degli Stati Uniti. L’ impegno contro la non proliferazione degli armamenti nucleari era stato assicurato dallo stesso capo della Casa Bianca anche ad aprile durante la sua visita a Praga, in Repubblica Ceca. “Gli stati Uniti faranno passi concreti verso un mondo senza armi nucleari, nella nostra strategia per la sicurezza nazionale c‘è la riduzione delle armi nucleari ed è urgente che gli altri facciano lo stesso”. Un chiaro richiamo all’Iran e al suo presidente Ahmadinejad. Ma le sfide per il neo premio Nobel sembrano davvero numerose. Per prima cosa dovrà affrontare la crisi economica, partita proprio dagli Stati Uniti, poi il problema dei cambiamenti climatici. Obama ha promesso di rilanciare il piano di pace per il Mediooriente, mentre resta ancora da chiarire il futuro delle truppe statunitensi impegnate all’estero. Per Obama il vero banco di prova sarà l’Afghanistan. Con il rischio di impantanarsi in un lunghissimo conflitto.