ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polemica in Svizzera per la campagna anti-minareti

Lettura in corso:

Polemica in Svizzera per la campagna anti-minareti

Dimensioni di testo Aa Aa

Il manifesto-antiminareti incita l’odio. Il parere della Commissione federale getta benzina sul fuoco nell’accesa polemica, in Svizzera, sulla strada del referendum contro la costruzione di minareti in programma a fine novembre. Al centro del dibattito, la donna in burqa in primo piano e la bandiera elvetica costellata da minareti ritratta in un manifesto promosso dall’estrema destra, già messo al bando da Basilea e Losanna.

Secondo un sondaggio commissionato dal quotidiano Tages Anzeiger, se si dovesse votare oggi, il 51,3 percento dei cittadini svizzeri respingerebbe l’iniziativa contro l’edificazione dei minareti. Il 34,9 percento l’approverebbe. 13,8 gli indecisi. A promuovere il referendum, in prima linea l’UDC, già protagonista di provocazioni, come il poster elettorale del 2007, con le pecore bianche che scacciavano la pecora nera, il criminale straniero, dal Paese.