ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Italia: la Consulta boccia il "lodo Alfano"


Italia

Italia: la Consulta boccia il "lodo Alfano"

Il lodo Alfano è anticostituzionale: arriva in prima serata l’ultima tegola per Silvio Berlusconi, che potrà dunque vedersi riaprire due processi: per corruzione in atti giudiziari dell’avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset.

La norma, respinta da nove giudici su quindici, prevedeva la sospensione dei processi a carico delle quattro più alte cariche dello Stato. Secondo la Consulta, viola l’articolo 138 della Costituzione, in base al quale sarebbe servita una legge Costituzionale e non ordinaria, e anche l’articolo 3, cioè il principio dell’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Nel giro di pochi minuti, sono giunte le prime reazioni: dall’Italia dei Valori, che invita Berlusconi a fare le valigie, al no comment di Montezemolo, che ha appena presentato la sua associazione; dal plauso di Rifondazione Comunista al rispetto chiesto dall’UDC,secondo il quale la bocciatura non comporta dimissioni né elezioni. Per il PD, Bersani ha invitato Berlusconi a sottoporsi al giudizio del magistrato, come tutti i cittadini; mentre le reazioni della maggioranza parlano di incoerenza della Consulta, che Berlusconi ha definito “di sinistra”. “Vado avanti”, ha detto il premier.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

In piazza a BUcarest contro i tagli ai salari