ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli operatori sanitari temono il diffondersi di malattie

Lettura in corso:

Gli operatori sanitari temono il diffondersi di malattie

Dimensioni di testo Aa Aa

Le ruspe abbattono i resti degli edifici collassati a Padang, anche se sotto le macerie potrebbe esserci qualcuno. Le ricerche di sopravvissuti sono state ormai sospese, quasi una settimana dopo il sisma, ed ora, in Indonesia, il timore più grande è quello della diffusione di epidemie. Gli operatori sanitari stanno distribuendo disinfettante a Padang, mentre l’entità del disastro, le piogge rendono difficoltoso, per gli operatori internazionali, il compito di raggiungere la popolazione. E anche quello di evitare che malattie si diffondano attraverso l’acqua non potabile.

A Padang, 900.000 abitanti, i soccorritori internazionali sono arrivati con attrezzature e generi di prima necessità. Ma molte aree restano isolate e inaccessibili. A pochi chilometri dal centro di quella che al tempo della colonizzazione olandese era la capitale del traffico delle spezie, alcuni ragazzini in mezzo alla strada chiedono cibo, acqua, ma anche soldi. Il sisma di magnitudo 7,6 che ha colpito Sumatra mercoledì scorso ha ucciso più di seicento persone, ma i morti, secondo il ministro della Sanità indonesiano potrebbero essere tremila. Circa trecento persone risultano ancora disperse. Centinaia di migliaia hanno perso casa.