ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sumatra, disperata ricerca di sopravvissuti

Lettura in corso:

Sumatra, disperata ricerca di sopravvissuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Si cercano disperatamente sopravvissuti, sotto le macerie degli edifici di Padang, capoluogo della provincia indonesiana di Sumatra sconvolta dal terremoto di mercoledì. Squadre di soccorso svizzere e giapponesi si sono introdotte nei piani crollati dell’hotel Ambacang, da dove venerdì era partito un Sms di un sopravvissuto che si trovava insieme ad altre 7 persone ancora vive. Ma la ricerca non ha dato frutti.

Il bilancio, fermo a 800 morti accertati, potrebbe raggiungere ben presto le diverse migliaia di vittime. Via via che i soccorritori si addentrano nelle campagne, scoprono che interi villaggi sono stati spazzati via dalle frane innescate dal sisma di magnitudo 7,6. Vaste zone non hanno ancora ricevuto aiuti di alcun genere. Le macerie restituiscono solo corpi senza vita e ai sopravvissuti manca di tutto: acqua, cibo, coperte. La macchina della solidarietà internazionale è scattata, ma occorreranno ancora giorni per comprendere l’esatta dimensione del disastro indonesiano.