ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Trattato di Lisbona sospeso al filo irlandese

Lettura in corso:

Il Trattato di Lisbona sospeso al filo irlandese

Dimensioni di testo Aa Aa

I sostenitori del sì al referendum sul trattato di Lisona agitano lo spettro di un’Irlanda isolata nella tormenta della crisi mondiale. I fautori del no hanno soprattutto puntato sul voto sanzione contro un governo ai minimi storici di gradimento. Fra i partiti: i nazionalisti, l’estrema sinistra e l’estrema destra si sono espressi per il no. Il resto dell’arco costituzionale è tutto per il sì:

“Voterò sì – dice una giovane disoccupata – Credo che sia meglio per l’economia. Altrimenti rischiamo di essere abbandonati a noi stessi”. Contrariamente al primo referendum, quello del 2008, fra i sostenitori del sì quest’anno ci sono anche gli agricoltori. Il loro reddito medio dovrebbe scendere di un quarto alla fine dell’anno e molti puntano sulle sovvenzioni europee per superare il brutto momento: “L’altra volta gli elettori avevano buone ragioni per votare no – ricorda la titolare del ministero degli affari sociali e della famiglia MAry Hanafin – In ballo c’erano la neutralità del paese, le tasse, il rispetto del diritto alla vita e la perdita di un nostro commissario. Ma i colleghi europei ci hanno dato garanzie legali su tutti questi temi e siccome la gente si preoccupa per il futuro economico del paese e per il nostro posto in Europa, credo che il sì vincerà”. Intanto, però, intere categorie professionali, come i tassisti, hanno fatto campagna fino all’ultimo per il no. Puntando sull’orgoglio dei propri connazionali che si vedono costretti a rivotare su un tema che avevano già respinto una volta, il leader del fronte del no, Declan Ganley è sicuro che l’esito non sarà quello sperato a Bruxelles: “Credo che prevarrà il no. Agli irlandesi non piace essere presi per marionette e siccome siamo filoeuropei, respingeremo questo Trattato”. Il testo deve essere approvato e ratificato da tutti gli stati membri. Un eventuale no irlandese fornirebbe alla presidenze polacca e ceca l’argomento ideale per non controfirmarlo.