ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nelle Samoa è rischio epidemie

Lettura in corso:

Nelle Samoa è rischio epidemie

Dimensioni di testo Aa Aa

A due giorni dal terremoto che ha colpito le isole Samoa, inizia a diffondersi il timore per il contagio di epidemie. Si continua a scavare alla ricerca di vittime, sotto le rovine dei villaggi inghiottiti dalle onde dello tsunami ci sono ancora molte persone. L’ultimo bilancio parla di almeno 150 morti, ma la cifra è destinata ad aumentare. Incessante il lavoro dei soccorritori, nell’ospedale di Apia, la capitale, scarseggia il personale medico e mancano, secondo i sanitari, le forniture di sangue.

“I feriti che abbiamo curato in ospedale stanno bene, nel pomeriggio sono arrivati 101 corpi di persone decedute”, spiega questo medico. Il sisma ha devastato tutto l’arcipelago, con una scossa dell’ottavo grado della scala Richter, fino a coinvolgere le Samoa Americane. Le onde, alte fino a sei metri, si sono sollevate subito dopo che ha tremato la terra. Unione Europea, Nuova Zelanda, Australia e Stati Uniti hanno garantito aiuti. Squadre di esperti, intanto, lavorano all’identificazione delle vittime.