ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nel Pacifico allarme tsunami rientrato

Lettura in corso:

Nel Pacifico allarme tsunami rientrato

Dimensioni di testo Aa Aa

L’allarme tsunami è arrivato nei paesi sull’Oceano Pacifico. In Nuova Zelanda, per esempio, la popolazione che vive nelle zone costiere è stata allertata e ha cominciato a lasciare le abitazioni sulla spiaggia per raggiungere un posto sicuro, anche se nelle ultime ore l’allerta è rientrata. In serata si prevede l’arrivo di onde non piu’ alte di un metro.

I centri di allerta antitsunami i cui si studia il fenomeno, come quello di Oakland, in California, ridimensionano l’efficacia dei segnali d’allerta nelle aree in prossimità di terremoti. “Se un sisma viene registrato in mare, dice l’esperta Susan Hough, nelle zone costiere spesso non c‘è il tempo materiale di registrare il dato e diffondere l’allarme. Come si è infatti verificato, a quanto ne so, in questo caso.” Sulla costa orientale del Giappone le autorità si sono subito mobilitate, anche se l’allarme tsunami è stato ridimensionato. Nonostante cio’ le lezioni sono state temporaneamente trasferite in luoghi lontani dalla costa, e i pescherecci sono rientrati nei porti. Anche le barriere che controllano l’accesso al mare sono state chiuse per motivi di sicurezza.