ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordo Israele-Hamas sul caso Gilad Shalit

Lettura in corso:

Accordo Israele-Hamas sul caso Gilad Shalit

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è un’intesa tra Israele ed Hamas sul caso di Gilad Shalit, giovane militare israeliano ostaggio del partito islamico radicale da oltre 3 anni. Non per la sua liberazione, ma per avere prova che sia in vita e in buone condizioni di salute. Le brigate Ezzedine al-Qassam, braccio armato di Hamas, hanno confermato lo scambio:
 
“20 donne palestinesi detenute in Israele saranno liberate nei prossimi giorni. In cambio d’informazioni sul prigioniero israeliano” hanno detto i portavoce del gruppo radicale.
 
Il governo israeliano sottolinea che le informazioni consisteranno in un video di Shalit, oggi ventitreenne, girato verosimilmente alcune settimane fa. Il Presidente dello Stato ebraico Shimon Peres ha così commentato l’intesa:
 
“E’ un passo importante ma solo un primo passo. La strada per la liberazione è ancora lunga e complessa”.
 
Gilad Shalit è stato rapito il 25 giugno 2006 al confine della Striscia di Gaza. L’accordo è stato raggiunto grazie alla mediazione di Germania ed Egitto da tempo impegnati nelle trattative.