ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brown in piena forma a Brighton

Lettura in corso:

Brown in piena forma a Brighton

Dimensioni di testo Aa Aa

Una standing ovation ha accolto Gordon Brown al congresso laburista che si tiene a Brighton.

Dato per morto politicamente, il premier britannico ha sferrato uno schiaffo morale alle male lingue che dicono che sia anche depresso e si tenga su a forza di psicofarmaci. Apparso in ottima forma, in vista delle legislative del prossimo giugno, ha chiamato il suo popolo a resistere e a non mollare. Ecco la sua ricetta: “Il nuovo modello economico si basa su tre linee guida: in futuro la finanza deve essere al servizio della gent e dell’industria e non il contrario; la nostra sarà un’economia verde e dobbiamo approfittare di tutto il talento britannico se vogliamo avere successo. La finanza in questo momento può aiutare il nostro paese finanziando ricerca e innovazione”. In realtà mai come ora la stella di Brown sembra essersi spenta. E’ lontano il giugno del 2007 quando Tony Blair gli cedeva la poltrona di primo ministro. La popolarità di Brown si è dissolta in quest’ultimi mesi: la congiuntura negativa, l’aumento del tasso di disoccupazione e gli scandali dei rimborsi spese che hanno coinvolto anche i parlamentari laburisti hanno giocato un ruolo importante. Le politiche si terranno entro il 3 giugno del 2010, i conservatori di David CAmeron sono dati in netto vantaggio. A Brighton si respira tutt’altro che euforia, molti fra i laburisti pensano già a serrare i ranghi in vista non delle prossime consultazioni ma di quelle successive.