ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Pittsburgh l'impegno del G2O per una crescita sostenibile

Lettura in corso:

A Pittsburgh l'impegno del G2O per una crescita sostenibile

Dimensioni di testo Aa Aa

Un forum mondiale più ampio, che riconosce il peso crescente dei Paesi emergenti come Brasile e Cina. A Pittsburgh è stato sancito il nuovo ruolo del G20, che diventa struttura principale della cooperazione economica mondiale, al posto del G8.

I leader delle prime venti economie mondiali si sono anche impegnati a mantenere le politiche di stimolo in vigore fino a quando la ripresa non sarà completa, e a garantire un diverso modello di crescita. “Abbiamo intrapreso un’azione audace e concertata per garantire la prosperità e creare nuove basi per una crescita sostenibile ed equilibrata”, ha affermato Barack Obama. “Ci siamo messi d’accordo sui passi concreti da fare per sviluppare una nuova e severa regolamentazione finanziaria che impedisca crisi di questo tipo. Non dobbiamo più permettere che i piani di pochi sconsiderati mettano a rischio il sistema finanziario mondiale e il benessere dei nostri cittadini”. Le nuove regole per il sistema finanziario dovranno entrare in vigore entro il 2012. Gli stipendi dei manager dovranno essere legati alle performance a lungo termine e saranno le autorità dei diversi Paesi a fissarne limiti. I leader si sono impegnati poi ad adattare il Fondo monetario internazionale ai cambiamenti dell’economia globale: almeno il 5 per cento delle quote di rappresentanza dell’organismo passeranno dai Paesi ricchi alle economie emergenti. La giornata finale del vertice è stata accompagnata da una protesta pacifica di quattromila persone. I militanti ambientalisti hanno denunciato la mancanza di progressi sul dossier clima. Nel 2010 saranno due i summit del G20, in Canada e in Corea del Sud, nel 2010 a ospitarlo sarà la Francia.