ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare iraniano. Scoperto un nuovo sito

Lettura in corso:

Nucleare iraniano. Scoperto un nuovo sito

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iran sta infrangendo le regole che tutte le nazioni devono seguire, lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, a margine del G20 di Pittsburgh. Tutto nasce dalle rivelazioni di stampa secondo le quali la Repubblica Islamica starebbe costruiendo una seconda fabbrica segreta di combustibile nucleare:

“L’Iran sta mettendo in pericolo il sistema della non proliferazione nucleare – ha detto Obama – nega al proprio popolo l’accesso alle opportunità che merita e minaccia la stabilità e la sicurezza della regione e del mondo”. Obama era accompagnato dal suo omologo francese Nicolas Sarkozy e dal Premier britannico Gordon Brown. La Francia di Sarkozy è in prima linea contro l’Iran: “Non lasciamo i dirigenti iraniani guadagnare tempo mentre le centrifughe girano. Se entro il mese di dicembre non ci sarà un cambiamento profondo delle politiche da parte dei dirigenti iraniani dovranno essere decise sanzioni. Per salvaguardare la pace e la stabilità”. Teheran ha reagito alla condanna internazionale assicurando che il sito vicino a Qum non è segreto. Potrebbe esssere operativo a partire dall’anno prossimo, con 3mila centrifughe. Obama ha detto che, alla riunione del primo ottobre, l’Iran dovrà mostrare la volontà di cooperare completamente con l’AIEA. L’Iran ha sempre negato di interessarsi all’energia nucleare per scopi militari.