ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Netanyahu attacca Ahmadinejad al Palazzo di Vetro


mondo

Netanyahu attacca Ahmadinejad al Palazzo di Vetro

Botta e risposta Iran – Israele al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite. Ieri è toccato al premier israeliano Benjamin Nethanyahu salire sul palco da cui il presidente iraniano il giorno prima aveva di nuovo relativizzato l’Olocausto.

La scena dell’uscita dall’aula per protesta si è ripetuta a parti invertite. Nethanyahu ha brandito i documenti originali nei quali i dirigenti nazisti impartivano gli ordini per portare a termine lo sterminio degli ebrei. “Quello che qui sta scritto nero su bianco è forse una bugia?” ha domandato ai presenti. Il primo ministro israeliano ha invitato la comunità internazionale che l’altroieri aveva lanciato un nuovo monito a Teheran ad agire per impedire che l’Iran si doti dell’arma nucleare. Ma la grande novità della giornata è arrivata dal Consiglio di Sicurezza Onu presieduto da Barack Obama. Il Consiglio ha approvato all’unanimità una risoluzione in cui si prospetta un pianeta senza armi nucleari. “Per tutti noi si apre un nuovo capitolo” ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite. Obama sembra sia riuscito a convincere il presidente russo Medvedev ad approvare nuove sanzioni se Teheran non rinuncerà al suo piano di arricchimento atomico. Resta pero’ l’ostacolo di Pechino. La Cina è membro permanente del Consiglio di Sicurezza e come tale ha diritto di veto.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Indifferenti, o poco interessati, i giovani portoghesi che vanno alle urne