ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania. I giovani snobbano i grandi partiti

Lettura in corso:

Germania. I giovani snobbano i grandi partiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli agricoltori e i produttori di latte della Baviera la contestano, ma in definitiva riconoscono in lei un’interlocutrice con un forte peso specifico politico. Angela Merkel invece dovrebbe preoccuparsi seriamente se l’esito delle elezioni politiche di domenica, in Germania, dipendesse dal voto dei giovani, che la ignorano completamente. Secondo un sondaggio solo l’8% dei tedeschi fra i 18 e i 24 anni pensa di votare per la CDU-CSU domenica. E il concorrente diretto, il socialdemocratico Steinmeier non sta messo meglio: si dichiara elettore dell’SPD solo il 9% del campione.

“Non so, con tutte le promesse che fanno i politici…- dice una giovane di Berlino – Litigano, litigano, ma in realtà si fanno solo propaganda e nessuno sa se poi le promesse le manterranno”. La ragione per la quale né Merkel, né Steinmaier si preoccupano è che i giovani di questa fascia di età in Germania rappresentano appena il 10% del corpo elettorale, sono quindi ininfluenti per lo scrutinio. Ma il dato tendenziale è inquientante soprattutto se associato al fatto che molti giovani sceglieranno partiti che non supereranno lo sbarramento del 5%: “Se voto per il Partito dei pirati, non è come se buttassi via la scheda – sostiene uno studente di Amburgo – E’ un modo per indicare ai grandi partiti quali sono gli argomenti da privilegiare. Ed è così che posso influenzare la politica, anche se il mio partito non sarà rappresentato al Bundestag”. Sul sito StudieVZ, il facebook degli studenti tedeschi, almeno 200mila ragazzi hanno dichiarato di voler votare per il Partito dei pirati. Ispirato a quello svedese che è anche presente al Parlamento Europeo, nel suo programma c‘è solo la lotta contro chi cerca di imbrigliare internet.