ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Italia l'ultimo omaggio ai sei parà uccisi in Afghanistan

Lettura in corso:

In Italia l'ultimo omaggio ai sei parà uccisi in Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Le salme dei sei parà uccisi in Afghanistan hanno lasciato l’aeroporto di Ciampino e sono arrivati all’ospedale militare del Celio, davanti a una folla commossa e sotto una pioggia battente. I corpi dei militari morti giovedì a Kabul sono rientrati in patria e a rendere loro omaggio, c’erano anche tante persone comuni. E’ stato un C-130 dell’Aeronautica militare a riportare i corpi dei paracadutisti in Italia. Era partito da Kabul.

Poi, il saluto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in una breve cerimonia all’aeroporto di Ciampino, con l’inno della Folgore suonato per ricordare le ultime vittime di un conflitto che è già costato la vita a più di 20 militari italiani. Tra gli applausi, i feretri avvolti nel Tricolore sono stati trasportati a spalla dai commilitoni e sistemati sui carri funebri. In testa al corteo, le più alte cariche dello Stato e i familiari dei sei paracadutisti morti. Domani a Roma si terranno i funerali di Stato, in una giornata di lutto nazionale.