ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bolivia e Venezuela nella lista nera Usa del narcotraffico. Morales insorge

Lettura in corso:

Bolivia e Venezuela nella lista nera Usa del narcotraffico. Morales insorge

Dimensioni di testo Aa Aa

In materia di lotta contro la droga gli Stati Uniti non hanno nessuna “autorità morale”. È la risposta piccata di Evo Morales alla lista nera sul narcotraffico pubblicata ieri dal Dipartimento di Stato Usa. In cima figurano Bolivia e Venezuela.

Il presidente boliviano ha accusato Washington di servirsi della lotta al narcotraffico come di uno strumento di controllo politico o geopolitico, in particolare per quanto riguarda l’America Latina, dove i governi di Bolivia e Venezuela sono i critici più feroci degli Stati Uniti. Morales, lui stesso ex coltivatore di coca, ha affermato che, dal gennaio all’agosto di quest’anno, in Bolivia sono state confiscate 19 tonnellate di cocaina, molte più delle 11 tonnellate del 2005, quando nel paese operava ancora la Forza antidroga statunitense, espulsa l’anno scorso. Secondo le Nazioni Unite, la produzione di cocaina nel paese andino nel 2008è invece cresciuta del 9 per cento, e le superfici coltivate di coca sono aumentate del 6 per cento.