ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un milione e mezzo di voti sospetti in Afghansitan

Lettura in corso:

Un milione e mezzo di voti sospetti in Afghansitan

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ quanto affermano gli osservatori dell’Unione Europea, secondo i quali circa un quarto dei sei milioni di voti espressi nelle elezioni presidenziali dello scorso agosto non sarebbero validi.

Philippe Morillon, alla testa del team di osservatori europei ha detto: “Sono almeno un milione e 500 mila le schede sospette; sospette, non necessariamente fraudolente. Starà alla Commissione per i reclami, in collaborazione colla commissione dipartimentale elettorale, chiarificare le schede sospette e annullare quelle fraudolente.” Oggi è anche stato reso noto il dato relativo alla partecipazione al voto: il 38,7% degli aventi diritto. Del milione e mezzo di voti risultati irregolari circa tre quarti sono a favore di Hamid Karzai. Gli organizzatori della sua campagna elettorale hanno definito “irresponsabili” gli osservatori europei. Un ballottaggio col principale rivale, Abdullah Abdullah, ex ministro degli esteri, sarebbe necessario se il dato fosse confermato, in quanto la percentuale dei suffragi per il presidente uscente potrebbe scendere sotto il 50%. E ieri al Congresso americano si è discusso dell’invio di altre truppe in Afghanistan dove il contingente americano è già quasi raddoppiato in dodici mesi: a fine anno conterà 68mila uomini.