ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Norvegia sceglie la stabilità

Lettura in corso:

La Norvegia sceglie la stabilità

Dimensioni di testo Aa Aa

I norvegesi hanno scelto la stabilità. Confermando, anzi aumentando i consensi alla coalizione di centro-sinistra guidata dal primo ministro uscente Jens Stoltenberg, hanno premiato i suoi 4 anni di governo. Ora il laburista Stoltenberg, 50 anni, ha i numeri per formare il suo terzo governo insieme alla sinistra socialista e al centro.

Gli elettori non hanno ceduto alle sirene della destra populista, che prometteva un taglio delle tasse con la possibilità di creare nuove infrastrutture attingendo alle risorse del fondo sovrano che era invece stato creato per garantire a tutti una pensione grazie ai guadagni del petrolio. Il partito del progresso di Siv Jensen ha comunque confermato il suo secondo posto nel panorama politico norvegese. I risultati aggiornati danno alla maggioranza di governo 86 seggi su 169 in Parlamento. E’ la prima volta dal ’93 che un governo uscente viene confermato alla guida del Paese. I provvedimenti presi dall’esecutivo Stoltenberg per contrastare la crisi finanziaria globale hanno permesso alla Norvegia, quinto esportatore di petrolio al mondo, di conoscere una recessione breve e di conservare il più basso tasso di disoccupazione d’Europa, fermo al 3 per cento. Il governo intende destinare ulteriori 3,5 miliardi di euro alle misure per sostenere l’economia.