ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sollievo in Germania per la vendita di Opel

Lettura in corso:

Sollievo in Germania per la vendita di Opel

Dimensioni di testo Aa Aa

Scelto il destino della Opel. L’americana General Motors cederà più della metà delle azioni del costruttore europeo a una società canadese e a una banca statale russa.

Quest’accordo, che offrirebbe ai lavoratori tedeschi migliori condizioni rispetto a proposte di altri possibili acquirenti, è una boccata d’ossigeno per il cancelliere Angela Merkel – che fra due settimane dovrà riaffrontare le urne. “Sono molto contenta della decisione cui siamo arrivati e che è in linea con le speranze sia del governo sia dei lavoratori della Opel”, ha detto Merkel. Lo Stato tedesco offrirà a Opel garanzie per quattro miliardi e mezzo di euro. Questo scongiurerebbe la chiusura degli stabilimenti tedeschi, Lo stesso però non è assicurato per quelli di Belgio, Polonia e Spagna, o Gran Bretagna, dove Opel è presente con il marchio Vauxhall. Il 55% delle azioni per cento delle azioni Opel andrà metà a Magna, costruttore canadese di componenti automobilistici e metà alla banca russa Sberbank. “Siamo fiduciosi che la soluzione Magna – Sberbank sia quella migliore per garantire un futuro sostenibile ai marchi Opel e Vauxhall”, ha detto John Smith di General Motors. Un altro 10% delle azioni andrà ai dipendenti. Il piano prevede il taglio di 10.000 posti di lavoro in Europa. Solo un quarto dei quali in Germania.