ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Slovacchia e Ungheria cercano di porre fine alla disputa linguistica

Lettura in corso:

Slovacchia e Ungheria cercano di porre fine alla disputa linguistica

Dimensioni di testo Aa Aa

Un piano in 11 punti per mettere fine alla disputa linguistica tra Slovacchia e Ungheria. Il premier slovacco Robert Fico e l’omologo ungherese Gordon Bajnai si sono incontrati dopo mesi di tensione dovuta a una recente legge slovacca che impone l’obbligo della lingua nazionale alle minoranze, tra cui quella ungherese, ossia il 10 percento della popolazione slovacca. Legge che Budapest considera contraria ai diritti delle minoranze e alle norme europee che contempla anche multe fino a 5.000 euro.

Ora resta da vedere se il vertice tra i due leader, avvenuto al confine tra i due Stati, porterà frutti concreti, dopo le dure proteste di inizio settembre della minoranza ungherese, che costituisce il 10 percento su una popolazione di quasi 5 milioni e mezzo di slovacchi. I dissapori non sono cosa nuova tra i due Paesi. L’arrivo al governo di Bratislava del partito nazionalista SNS, nel 2006, ha inasprito i rapporti. Secondo gli analisti, proprio con l’SNS, ostile alle minoranze, Fico dovrà fare i conti, in vista delle elezioni del prossimo anno.