ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Razzismo, ministro interni francese nella bufera per video sul web

Lettura in corso:

Razzismo, ministro interni francese nella bufera per video sul web

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella bufera in Francia il Ministro degli interni Brice Hortefeux. L’opposizione chiede la testa del fedelissimo delfino del presidente Sarkozy, per le presunte affermazioni razziste, da lui prounciate in un video pubblicato ieri dal sito web del quotidiano “Le Monde”. “Quando ce n‘è uno va bene, quando sono in tanti diventa un problema” le parole incriminate con cui il Ministro, nel filmato, ha commentato la presenza al suo fianco di un giovane maghebino, all’esterno del congresso del partito di governo Ump. “Facevo riferimento alle sue origini e al suo attaccamento all’Auvergne – si difende Hortifeux – Ancora una volta, dalla mia bocca non è uscita neanche una parola che alludesse a comunità, etnie od origini geografiche”. Oltre 500.000 click nella sola mattinata di ieri hanno fatto montare la protesta. “Non è il suo primo scivolone”, reclamano numerose associazioni per i diritti umani. “Sono affermazioni inqualificabili e insopportabili da parte di un Ministro della Repubblica – la replica del portavoce socialista Benoit Hamon -. Per questo molti di noi chiedono ora le sue dimissioni immediate”. Proprio oggi la decisione di Hortifeux di sospendere un prefetto accusato di affermazioni razziste. Una misura che non sembra però affatto placare le acque.