ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La rabbia dei soccorritori: dopo otto anni, senza risarcimento

Lettura in corso:

La rabbia dei soccorritori: dopo otto anni, senza risarcimento

Dimensioni di testo Aa Aa

Otto anni dopo gli attentati dell’11 settembre, immagini mai diffuse prima mostrano nuovi frammenti dell’evento più documentato di tutti i tempi. Si tratta di un altro video amatoriale, presto parte di un nuovo sito web di testimonianze di quel giorno del 2001. E nuove foto, come quella della mente del molteplice attacco, divulgata su internet proprio in questi giorni. Barba incolta alla Bin Laden, in testa il turbante bianco e rosso: è Khalid Shaikh Mohammed, immortalato a Guantanamo dal personale della Croce Rossa. Di lui si ricordava l’immagine scattata nel marzo 2003 quando fu catturato in Pakistan.

E mentre il mosaico visivo si arricchisce di nuovi frammenti, chi ha lavorato per salvare vite, per raccogliere le macerie, oggi fa i conti con segni indelebili, non solo psicologici. John Feal, ad esempio, ha perso parte di un piede lavorando tra le macerie del World Trade Center. A lui, come tanti altri, è stata però negata la copertura sanitaria. John Gallagher è un ex Vigile del Fuoco. Nel 2007 gli è stata diagnosticata una fibrosi polmonare. Come migliaia di pompieri e operatori, Gallagher aspetta ancora l’approvazione dela legge che risarcisce le vittime dell’11 settembre, “Health and Compensation Act”. Il provvedimento garantirebbe visite mediche e trattamenti alle persone che si sono ammalate prestando soccorso sulle scene degli attentati. Secondo stime del World Trade Center Medical Monitoring and Treatment Program – che fino ad oggi ha sottoposto ad accertamenti circa 27.000 tra soccorritori e volontari – almeno il 69 percento delle persone avrebbero sviluppato, nel 2006, varie forme di malattie croniche, mentali o fisiche. L’11 settembre del 1609 l’esploratore britannico Henri Hudson scopriva Manhattan. Allora si chiamava Nuova Amsterdam. Oggi, nel post-11 settembre 2001, le autorità locali mettono limiti all’altezza dei grattacieli di nuova costruzione.