ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sanità, Obama spera di accelerare i tempi

Lettura in corso:

Sanità, Obama spera di accelerare i tempi

Dimensioni di testo Aa Aa

I favorevoli alla riforma sanitaria di Obama sono aumentati del 14 per cento dopo l’intervento di mercoledì al Congresso, secondo un instant-poll. Ma al presidente degli Stati Uniti preme, nell’immediato, che siano deputati e senatori a cambiare idea accelerando i tempi della riforma. “Comprendo – ha detto – che la mossa politica più conveniente sarebbe stata quella di tirarla per le lunghe e rinviare la riforma di un anno, o di un’elezione o addirittura di un intero mandato. Ma non è quello che ci vuole ora. Non è quello che siamo stati chiamati a fare. Non dobbiamo temere il futuro. Siamo qui per forgiarlo. Dobbiamo agire anche quando è difficile”. Ma i Repubblicani non sembrano orientati a fare passi indietro rispetto alla ferma opposizione al progetto, destinato secondo loro a minare l’economia che sta dietro al sistema sanitario. “Ho letto il progetto di legge presentato in Commissione – afferma il deputato repubblicano della Louisiana Charles Boustany -. Crea 53 nuove amministrazioni pubbliche, appesantisce di centinaia di miliardi il debito pubblico e aumenta le tasse agli imprenditori di 600 miliardi di dollari; vengono poi tagliati 500 miliardi al sistema Medicare senza fare nulla per migliorare il programma a vantaggio dei nostri anziani. Il progetto di legge, che ha già passato il vaglio di tre Commissioni della Camera e di un panel del Senato, è ora all’esame della Commissione senatoriale per le finanze, che ha subito convocato una riunione per un ultimo tentativo di accordo.