ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I soccorritori cercano superstiti, altre precipitazioni da domani

Lettura in corso:

I soccorritori cercano superstiti, altre precipitazioni da domani

Dimensioni di testo Aa Aa

I soccorritori sono al lavoro per cercare superstiti tra le acque che stanno inghiottendo la Turchia Occidentale. Le peggiori inondazioni da 80 anni a questa parte hanno già fatto oltre trenta morti e danneggiato quasi duemila edifici, in particolare a Istanbul. L’autostrada che collega la città all’aeroporto internazionale “Atatürk” è stata sommersa. Alcuni camionisti che stavano riposando all’interno dei propri veicoli non hanno avuto via di scampo.

Il ministro dell’Interno turco Besir Atalay ha spiegato che la maggior parte delle vittime si sono registrate a Istanbul. L’area più colpita è infatti la parte europea di Istanbul. Particolarmente danneggiate le fabbriche che sorgono nel quartiere di Ikitelli. Le forti piogge hanno interessato anche località limitrofe. Tra martedì e ieri è caduto un terzo delle precipitazioni che di solito si registrano in un anno nella città sul Bosforo e nelle regioni circostanti. Secondo le prime stime, i danni superano i 100 milioni di euro. Al lavoro ci sono quasi mille Vigili del Fuoco che operano con l’ausilio di oltre duecento mezzi. La Grecia ha offerto il proprio aiuto al governo di Ankara. Secondo il meteo, le piogge torrenziali dovrebbero spostarsi verso est e perdere intensità, ma nuove forti perturbazioni sono attese a Istanbul tra domani e sabato.