ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: CDU in forte calo ale regionali, brutto segnale per le legislative del 27/9

Lettura in corso:

Germania: CDU in forte calo ale regionali, brutto segnale per le legislative del 27/9

Dimensioni di testo Aa Aa

È un brutto segnale, ma nulla più: nell’Unione CDU-CSU di Angela Merkel si ridimensionava oggi la frenata registrata dal partito nelle regionali in Turingia, Sassonia e Saar.

La CDU resta primo partito, ma con flessioni pesanti, che inquietano in prospettiva delle legislative che si terranno il 27 settembre. Il risultato non giustifica però nemmeno l’apparente euforia in casa SPD: i socialdemocratici, partner nel governo federale ma protagonisti di una campagna d’opposizione, non hanno perso ora, ma neppure guadagnato voti. Considerazioni che non hanno comunque impedito al candidato cancelliere, nonché attuale ministro degli esteri, Franck Walter Steinmeier, di dire che si è trattato di una buona tornata elettorale per la SPD, di sottolineare le perdite pesanti della CDU, e di trarre una conclusione: “una coalizione tra CDU e liberali non è ben vista nel Paese”, ha detto Steinmeier. Visti in risultati elettorali, è ben difficile che i nuovi governi delle tre regioni andate al voto vengano formati prime delle legislative federali. E nel frattempo, a livello locale come a livello nazionale, cresce la curiosità, se non l’attesa, sul ruolo dei due partiti un tempo minori: Die Linke, la sinistra, che ha registrato un forte incremento di voti e probabilmente costringerà la SPD ad una difficile alleanza di governo almeno nella Saar; e la FDP, promesso sposo della CDU nel governo federale – in caso di vittoria del centro-destra, che resta favorito nei sondaggi -.