ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Llibia no ai risarcimenti per le vittime dell'Ira

Lettura in corso:

Llibia no ai risarcimenti per le vittime dell'Ira

Dimensioni di testo Aa Aa

No della Libia ai risarcimenti per le famiglie delle vittime dell’Ira, gli indipendentisti irlandesi in passato finanziati dal paese africano. Portavoce della chiusura è stato oggi uno dei figli del leader libico Muhammar Gheddafi. “E’ una tragedia – ha detto Saif al Islam Gheddafi, tornando anche a parlare delle reazioni occidentali alla liberazione di al-Megrahi, uno degli attentatori condannato per il caso Lockerbie – è completamente immorale strumentalizzare un caso come questo a fini politici. Esattamente quello che stanno facendo i partiti inglesi in vista delle prossime elezioni. Sono disgustosi”. A scatenare la reazione libica, la retromarcia di ieri del primo Ministro britannico Gordon Brown. L’annuncio di voler appoggiare le richieste di risarcimento avanzate dai familiari delle vittime dell’Ira, che Tripoli ha percepito come uno strappo alla recente politica di riconciliazione avviata da Londra. Ad alimentare le tensioni era già stata nelle ultime settimane la dura reazione della comunità internazionale alla liberazione di al-Megrahi e alla calorosa accoglienza a lui riservata in patria. Secondo molti una concessione alla Libia in tutela degli interessi petroliferi britannici, però fortemente criticata anche dagli Stati Uniti.