ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sotto accusa il raid Nato

Lettura in corso:

Sotto accusa il raid Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attacco Nato in Afghanistan mette in discussione la strategia europea nel Paese. L’episodio di ieri irrompe a Stoccolma nell’agenda del secondo giorno di lavori del consiglio informale esteri dell’Unione europea e riporta in primo piano il problema della sicurezza. Il Commissario per le Relazioni esterne Benita Ferrero-Waldner ha parlato della necessità di prendere in esame l’operato dell’Alleanza. “Credo sia il momento – ha detto -, dopo il primo turno di elezioni – e vedremo se ce ne sarà un secondo – per capire se questa strategia, soprattutto dal punto di vista dei civili, sia quella giusta”.

Dura la reazione del minstro degli Esteri francese Bernard Kouchner. “Non parliamo tra di noi – ha detto. Siamo solo parte di un’alleanza, ma non abbiamo mai stabilito un progetto preciso e una strategia europea. Per parlare in modo concreto: la nostra strategia a cosa serve? Per quanto tempo e come procedere”. Kouchner ha definito l’attacco un grosso errore, aggiungendosi al coro di critiche giunte da diversi Paesi europei. L’Alto Rappresentante della Politica estera Javier Solana ha parlato di episodio terribile. Per molti ministri le conseguenze sul rapporto di fiducia tra coalizione internazionale e autorità e civili afgani potrebbero essere gravi.