ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nello Xinjiang nuove aggressioni contro gli han. Licenziato il capo del PC locale

Lettura in corso:

Nello Xinjiang nuove aggressioni contro gli han. Licenziato il capo del PC locale

Dimensioni di testo Aa Aa

Le misteriose aggressioni con siringhe o coltelli sono riprese anche oggi nella capitale della regione autonoma cinese dello Xinjiang. Queste scene sono state girate in una piazza centrale di Urumqi. La polizia ha appena soccorso un ragazzino di etnia han ferito. “Tre uiguri l’hanno aggredito con siringhe al veleno – spiega questo testimone – poi sono fuggiti” “Questa gente va punita severamente. La polizia non dovrebbe impedirci di catturarli. Li proteggono, non è giusto”.

Le aggressioni secondo le autorità cinesi sono opera di gruppi organizzati appartenenti alla minoranza uigura, turcofona e musulmana. I quartieri uiguri sono stati sigillati dalla polizia che teme nuovi incidenti intercomunitari. “Dopo gli scontri di due mesi fa la polizia ha arrestato molti uiguri ma poi ne ha rilasciato un buon numero. Questa gente ha ripreso a provocarci, ci vogliono sfidare come dimostrano gli attacchi degli ultimi giorni” Due mesi fa 197 persone erano morte negli scontri tra han e uiguri. Negli ultimi giorni ci sono state nuove manifestazioni che hanno fatto 5 vittime. Per riportare la calma in questa regione periferica dove gli uiguri radicali hanno sposato la causa della secessione Pechino ha inviato sul posto il ministro degli interni che ha rimosso dal suo posto il capo del Partito comunista locale.