ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il G20 finanziario a Londra in preparazione di Pittsburg

Lettura in corso:

Il G20 finanziario a Londra in preparazione di Pittsburg

Dimensioni di testo Aa Aa

È ancora presto per avviare strategie d’uscita dai piani di stimolo anticrisi. È l’unico punto su cui sembra esserci unanimità fra i ministri delle finanze del G20 riuniti da ieri a Londra in preparazione del vertice di Pittsburg.

Le cifre del Fondo monetario internazionale mostrano una ripresa più rapida del previsto nei prossimi anni, ma nessuno pensa sia il momento di abbassare la guardia. Un altro problema è stato invece sollevato dal cosiddetto Bric – Brasile, Russia, India e Cina: la riforma delle istituzioni internazionali come l’Fmi. “Queste istituzioni – ha detto il ministro brasiliano Guido Mantega – non riflettono l’importanza dei paesi emergenti sulla scena mondiale di oggi. Perche noi possiamo partecipare più attivamente a queste istituzioni e iniettare più risorse, è necessaria una redistribuzione delle quote e dei diritti di voto, in modo che i paesi emergenti abbiano un peso simile a quello dei paesi avanzati”. Stati Uniti e Unione europea sono divisi su questo punto, così come sulle regole da imporre alle banche. Gli europei, Francia e Germania in testa, vorrebbero maggiori restrizioni su bonus e stipendi. L’amministrazione Usa, appoggiata dalla Gran Bretagna, insiste piuttosto sul rafforzamento del capitale degli istituti bancari.